lunedì 30 giugno 2014

Appunti sulla femmina n.1: "Perchè ogni ideologia e fanatismo è maschile"


La donna non può fare a meno di vivere la realtà. Le è impossibile non essere terrestre, concreta, reale. Vive il mondo esterno e la corporalità della propria persona, delle altre persone e di tutti gli elementi del mondo sulla propria pelle, anche suo malgrado, grazie alle esperienze (fatalmente inevitabili) del ciclo mestruale, dei condizionamenti ormonali e soprattutto del parto, o comunque delfunzione biologica della riproduzione e tutto ciò che ci sta intorno.
La donna per sua natura è a contatto con le verità più profonde del cosmo. Le intuisce, e capisce che c’è in fondo non c’è niente da capire. La donna si arrende davanti all’evidenza. Rispetta l’ignoto, l’inspiegabile. Non si rompe la testa nel costruire per forza teorie e sistemi di pensiero. Non razionalizza, non per forza (come l'uomo).

La donna è contro le dicotomie, la saggezza del suo corpo le suggerisce che non esiste il bianco e il nero. D’altronde sa perfettamente che il massimo piacere è saldamente mescolato con il massimo dolore.

L’uomo invece può vivere un’intera vita al di fuori della realtà - intesa nella sua accezione più generale, cosmica - un uomo può seguire esclusivamente, per tutta la vita, i fantasmi della propria mente, appresso a qualche idea strampalata, totalmente innaturale. Con la dittatura della mente l’uomo può annichilire tutti gli stimoli che gli giungono dal corpo, dal mondo esterno, dalla realtà. Essere cieco, sordo e muto, anche se parla di continuo.

Ogni ideologia, fanatismo, assolutismo, è maschile.

E quando nelle donne c'è ideologia, fanatismo, assolutismo di qualunque tipo, beh, allora ci troviamo di fronte a un crimine dei più orrendi.





1) Un articolo sulla donna, contro la donna, mezzo stupido e mezzo colpevolmente risentito, ma con numerosi spunti interessanti, di Iginio Ugo Tarchetti su Kill Surf City. Un altro video/articolo della stessa pasta su BlogSicilia. Continua la carrellata su L'Oltreuomo: "Sei modi in cui le donne tormentano gli uomini"

Nessun commento:

Posta un commento