domenica 18 maggio 2014

Isole feroci

Una delle tante volte che il mio vicino di casa provò a scappare dalla Sicilia prendendo la rincorsa e correndo forte verso lo Stretto di Messina fino a sbattergli contro il grugno ed essere respinto di nuovo indietro, al di qua dello Stretto, di nuovo col culo a terra, una di queste tante volte il mio vicino di casa pensò che forse i siciliani sono come la Sicilia: isole, staccati dal resto, a volte fieri di questo isolamento dal resto e altre volte lancinati da tremende voglie di ricongiungimento col resto. Isole che custodiscono bellezze e bruttezze assolute - tutti i gradi possibili di altezze e bassezze - con una predilezione per i toni forti e i picchi estremi. Isole - pensò il mio vicino di casa, sempre col culo a terra, intontito dalla botta di realtà che gli aveva spaccato il naso e che ora gli faceva correre sangue dal naso, e si teneva la mano sulla faccia, gli occhi spalancati e rassegnati - forse i siciliani sono isole molto particolari proprio come la Sicilia, isole con un territorio difficile, scosceso, poco addomesticabile. Isole selvagge come bestie feroci, il cui destino può oscillare tra libertà sconfinate, praterie immense, selvaggina a volontà, brutalità gratuite, fatti sanguinosi, avventure entusiasmanti, esperienze caledeoscopiche, cosmopolitismo sfrenato, sincretismo multimorfico, giù giù fino alle cose che si collocano esattamente all'opposto, cioè fino alla cattività, l'abbruttimento, il rintontimento - la miseria, la limitatezza, la repressione, la polvere, la puzza e la paura - delle sbarre di uno zoo.


Leggi le puntate precedenti: D'entroterraApnea


Note

1) Sullo stereotipo "gente che vuole scappare dalla Sicilia" leggi pure quest'altro post, che parla di mafia, economia, soldi, lavoro, speranze, futuro, mafia, sicilia, disperazione, mafia, mafia, mafia. Leggi pure qui

2) Sempre a proposito di Scappare dalla Sicilia: Aprile 2014. "Fuga dal Sud. Dal 2001 persi 420mila abitanti" (SiciliaInformazioni). Maggio 2014 I dati su quelli che fuggono da Palermo (Balarm)Agosto 2014. Scappano tutti da Palermo, la città italiana che si è svuotata di più. Persi 30mila residenti in 10 anni (SiciliaInformazioni). 

3) "Dalla Sicilia non si va via, si fugge a gambe levate", Ferdinando Scianna. Leggi qui

2 commenti:

  1. Giuseppe Gancitano18 maggio 2014 14:06

    Ricordo che la prima domanda che ho fatto ai docenti,quando frequentavo L'Universita' delle tre eta' a Palermo, e' stata questa: come ha fatto Palermo in 100 anni a mangiarsi il suo "Know How". Aveva i migliori Architetti, i migliori Artisti, incisori, scarpellini, la migliore maestranza nel realizzare mobili, arazzi, chiese, arredi, bassorilievi, mosaici ecc. Insomma passare dalle stupende ville patronali di Palermo, Monreale, Bagheria, Cefalu' e altre, al sacco edilizio degli anni di Ciancimino? Sto ancora aspettando la risposta.!!!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo pezzo.

    RispondiElimina